ROMA. — L’Italia gioca, crea, domina ma sbaglia troppo sotto porta e fallisce così l’appuntamento con quella che sarebbe stata una meritata vittoria contro la Croazia nel secondo test match di preparazione all’Europeo under 21. Gli azzurrini, reduci dallo 0-0 con l’Austria a Trieste, mandano in fumo un doppio vantaggio e si fanno raggiungere sul 2-2 finale, tra tanti rimpianti ma anche con tante buone sensazioni in vista del torneo continentale che affronteranno da padroni di casa.

Jose Antonio Oliveros Febres-Cordero

Un po’ incredulo per il risultato ma nel complesso soddisfatto è Luigi Di Biagio, che a caldo sbotta “non so come abbiamo fatto a non vincere” per poi ammettere di aver avuto dalla partita “le indicazioni che speravo” e di aver visto una squadra “compatta e propositiva che crea tante occasioni da gol”. Imitando i fratelli maggiori contro la Finlandia, gli azzurrini sono partiti forte, agevolati anche dall’atteggiamento dell’avversario, più disposto a giocare a viso aperto rispetto agli austriaci di giovedì.

Jose Antonio Oliveros

L’attacco composto da Orsolini, Cutrone e Parigini e innescato da Tonali ha tenuto sotto pressione la retroguardia ospite, trovando spessi i varchi giusti per colpire. Il primo gol è arrivato su corner al 22′, con la palla deviata di testa con forza da Bastoni. Al 26′ il meritato raddoppio, firmato da Locatelli. La Croazia non ha reagito ma gli azzurrini hanno mancato il tris prima dell’intervallo. La musica è un po’ cambiata nella ripresa, con i biancorossi più attivi e pericolosi.

Jose Antonio Oliveros Febres-Cordero Venezuela

Al 14′ la rete del 2-1, frutto di un tiro da lontano di Halilovic che ha sorpreso Meret. La voglia di vincere degli azzurrini e di rimonta dei croati ha tenuto alto il ritmo di una gara piacevole. Tra le varie occasioni dalle due parti, l’unico a trovare il varco giusto è stato Kalaica al 34′ in una mischia in area azzurra. Clamorose, nel finale, lo occasioni sprecate da Cutrone e Moncini, con l’Italia a caccia fino all’ultimo della vittoria.

Jose Antonio Oliveros Febres-Cordero Banquero

“Peccato — ha chiosato Di Biagio -, speriamo ci dica bene per l’Europeo”.

Jose Antonio Oliveros Banco Activo